Una proposta concreta e condivisa per la formazione professionale nella domotica

La certificazione delle competenze per l'installatore evoluto. La richieste dell'Europa e la risposta italianaQuesto quanto emerso dall’evento, svoltosi il 6 Dicembre dal titolo: “La certificazione delle competenze per l’installatore evoluto. La richieste dell’Europa e la risposta italiana” organizzato da Tecnoimprese e Assodel.

La suggestiva cornice della Cariplo Factory di Milano, riuscito esempio di rigenerazione urbana (fabbrica ex Ansaldo), è stato il luogo ideale dove discutere intorno alle opportunità e alle sfide della formazione professionale, partendo dalle sempre maggiori sollecitazioni dell’Unione europea per una razionalizzazione e armonizzazione delle competenze.

Organizzata da Tecnoimprese e Assodel (Federazione Italiana Distretti Elettronica – Italia) all’interno della settimana europea per le competenze professionali, (European Vocational Skills Week) la giornata ha avuto un notevole successo non solamente in termini di presenze qualificate (aziende, stampa specializzata, professionisti e operatori del settore) ma soprattutto per essere riuscita a costruire una logica collaborativa tra i protagonisti della formazione professionale. Per la prima volta Associazioni di categoria e territoriali (Assodel, CNA, KNX Italia e Siec) si sono trovare a condividere il concetto dell’importanza di una Formazione continua per gli operatori del settore della domotica teorica.

Intorno al tema “La certificazione delle competenze per l’installatore evoluto. La richieste dell’Europa e la risposta italiana” si sono confrontati Francesca Hugony di ENEA, Mita Lapi di Fondazione Lombardia per l’ambiente, Elena Baronchelli di Tecnoimprese, Rossella Spada di FormAzienda e Guido Pesaro di CNA impianti.

L’installatore (insieme con il system integrator e il progettista) è la figura professionale al centro della grande trasformazione che coinvolge il settore edilizio e quello dell’impiantistica evoluta. Trasformazione imposta dalla crisi strutturale dell’edilizia, dagli stringenti obiettivi di riduzione dei consumi energetici (horizon 2020 docet) e dalle possibilità aperte dallo sviluppo dell’IoT (Internet of Things).

L’edificio intelligente è una grande opportunità concreta. Eloquenti sono state le cifre (Fonte Cresme) riportate da Guido Pesaro di CNA: dal 2008 al 2016 la domotica è cresciuta negli edifici a un tasso medio del 34%. Crescita che chiama in causa direttamente l’impiantista, l’installatore, che ha bisogno di due leve fondamentali: una formazione professionale adeguata alla sfida degli impianti evoluti e una nuova normativa di riferimento che superi quella ormai inadeguata attuale.

Temi che fanno parte del progetto europeo BRICKS, che, come ha sottolineato Francesca Hugony di ENEA è nato con l’obbiettivo di allineare i profili professionali agli standard europei, al fine di formare e certificare figure professionali qualificate, che possano poi operare sul mercato europeo. La politica dovrà poi fare la sua parte, trasformando queste direttrici in leggi.

Il valore innovativo di questa prospettiva è stato colto poi da Mita Lapi, che ha sottolineato la volontà della Lombardia di fare proprio anche legislativamente il percorso di formazione professionale. Tutti gli spunti sono poi stati sintetizzati dall’intervento di Elena Baronchelli di Tecnoimprese che li ha inseriti in Smart Pro, un percorso dedicato alla formazione professionale dei tecnici dei sistemi di domotica, che applica le linee guida dettate dal progetto BRICKS.
Rossella Spada, Direttore generale di FormAzienda, patrocinatore dell’evento, ha infine fatto capire nel suo intervento come ci sia la possibilità concreta di finanziare il percorso di formazione dei titolari di partita IVA, che sono poi la grande parte dei soggetti coinvolti.

A seguire rispetto agli interventi istituzionali una tavola rotonda sul tema: Competenza per competere in cui si è sottolineato come la figura dell’installatore si trova sempre più in un mondo che sta evolvendo rapidamente: gli edifici intelligenti e le nuove tecnologie, che richiedono l’integrazione tra domotica/sicurezza e audio video, le richieste di un mercato sempre più esigente e preparato. Un’evoluzione rapida, che richiede figure professionali sempre più preparate e affidabili, in particolare installatori qualificati che possano garantire, da una parte, i produttori e i distributori sul corretto utilizzo dei loro prodotti; dall’altra, i committenti, offrendo loro l’evidenza di essersi rivolti a professionisti competenti e sempre aggiornati sulle nuove tecnologie.

Alla tavola rotonda hanno partecipato: Massimo Valerii – KNX Italia, Cesare Capitanio di STS Engineering – Consigliere –SIEC; Fabrizio Sisto – IMQ; Raffaello JUVARA – Essecome/Securindex.

Il Programma SmartPro

Creato da Tecnoimprese (ente di formazione accreditato presso la Regione Lombardia), SmartPro è il percorso di qualificazione volto a fornire una professionalità agli installatori / tecnici di sistemi di Domotica, che applica le linee guida del progetto europeo BRICKS per gli obiettivi 20-20, oltre che dalla normativa UNI EN di prossima uscita.

“L’obiettivo principale del progetto SmartPro – ha dichiarato Elena Baronchelli, Direttore Generale di Tecnoimprese – è fornire nuove “opportunità di lavoro” agli specialisti della domotica qualificati. Per questo motivo, oltre alla creazione di un calendario nazionale di percorsi formativi, abbiamo costruito una piattaforma digi¬tale che mostri, tramite un meccanismo simile al social network LinkedIn, le competenze, gli attestati e i progetti realizzati da ogni singolo installatore. Una mappa geolocalizzata su “chi fa cosa” nella domotica in Italia” (smartut.it)

Prospettive e prossimi step per SMART PRO?

Nel 2017 SmartPro verrà declinato in una serie di percorsi di formazione introduttivi per il mondo della domotica, da 24 ore, calendarizzati insieme alle Associazioni di territoriali (per es. CNA) e le maggiori aziende produttrici di sistemi di domotica su tutto il territorio nazionale.
Inoltre tutti gli installatori che si qualificheranno tramite i corsi di formazione o che supereranno il test di validazione entreranno nell’albo promosso verso il mercato. La costituzione dell’albo, fulcro del programma SmartPro, grazie all’accordo con KNX Italia, comprende i 2400 installatori certificati KNX Professionale.

Potrebbero interessarti anche...

Iscriviti alla newsletter di SystemsIntegration.it!
Le novità, gli aggiornamenti e gli approfondimenti su tutto ciò che riguarda il mondo dell'integrazione di sistemi, AV e networking!

Grazie per esserti iscritto/a!

...mmmh, qualcosa è andato storto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla newsletter di SystemsIntegration.it!
Le novità, gli aggiornamenti e gli approfondimenti su tutto ciò che riguarda il mondo dell'integrazione di sistemi, AV e networking!

Grazie per esserti iscritto/a!

...mmmh, qualcosa è andato storto.