Polycom RealPresence Centro – il ‘focolare’ della collaborazione unificata

Polycom Realpresence - al centro della collaborazione

Nel 2015 abbiamo visto come Polycom si sia data parecchio da fare nel promuovere il suo concetto di ‘Workplace of the Future’, tenendo eventi e presentando soluzioni all’avanguardia nel settore UCC – tra questi figura il nuovo RealPresence Centro, presentato in anteprima ad ottobre, insieme alle unità Realpresence Trio e Realpresence Debut.

Polycom RealPresence Centro - soluzione per la visual-collaboration realizzata appositamente per mettere le persone al centro della collaborazioneNel descrivere come sia nata l’idea di questo sistema, il Presidente e Amministratore Delegato di Polycom, Peter Leiv, ha usato esempi quali la sala da bowling in contrapposizione al falò. In una sala da bowling, ciascun giocatore si alza, lancia la palla e poi si siede, passando il turno al giocatore successivo; invece, la figura del falò – o meglio, richiamando un’immagine più familiare e bucolica, il fuoco acceso in spiaggia d’estate – vede le persone sedersi attorno al fuoco. La collaborazione è circolare, spiega Leiv: ogni persona desidera interagire e partecipare insieme, ed essere simultaneamente in grado di vedere ciò che avviene tutt’intorno.

È proprio questa circolarità alla base del sistema RealPresence Centro. Si tratta di una soluzione concepita cercando di tenere in primo piano l’istintività del comportamento umano – e, in questo contesto, le persone si sentono più a loro agio se la comunicazione e la collaborazione avviene secondo una configurazione circolare. Allo stesso tempo, se l’uso di RealPresence Centro prevede che il sistema venga fisicamente posto al centro, con le persone collocate attorno ad esso, in realtà ciò che avviene è che ognuno dei partecipanti si ritroverà al centro della sessione di collaborazione.

RealPresence Centro trova la sua collocazione ideale – appunto – al centro di ambienti quali le sale consiliari con sedute e tavolo configurate a formare uno spazio libero al centro, oppure le huddle-room o gli uffici open-space. Si presenta come una stazione a base quadrata, con un touch-screen da 27 pollici su ciascuno dei quattro lati ed una colonna centrale da cui spunta una telecamera panoramica a 360 gradi, con 5 sensori ad alta definizione che restituiscono un unico quadro-immagine ‘edge-blended’: se ci si posiziona tra due dei cinque sensori, l’immagine ripresa restituisce comunque un’immagine priva di distorsioni. Polycom ha posto un accento particolare sullo studio dell’ergonomia e del comportamento umano per individuare gli angoli di visione ideali, in riferimento all’angolazione degli schermi e all’orientamento delle telecamere.

Agendo sui touch-screen è possibile avviare una riunione, interagire col sistema, apporre annotazioni quando viene visualizzato del contenuto – contenuto che può essere condiviso via wireless da dispositivi mobile connessi al sistema, consentendo quindi le consuete pratiche BYOD. La base della stazione include al suo interno quattro altoparlanti, sempre uno su ciascun lato, e dispone di un sistema di retro-illuminazione che si colora di blu e di verde in base all’attività (verde durante l’uso). Inoltre, in ciascuna delle quattro superfici frontali sottostanti i display, oltre alla visualizzazione dell’orario è presente una porta USB per collegare un dispositivo su ciascun lato.

Tutto questo si traduce in una visione dinamica dei partecipanti, anche da remoto, senza la necessità di particolari regolazioni. Nel caso in cui nessuno dei partecipanti (o tutti) stesse parlando, il layout di ciascuno schermo passa ad una visione a due livelli in cui è possibile vedere tutti i partecipanti; nel momento in cui qualcuno parla, lo schermo si regola mettendolo in primo piano e mantenendo l’immagine dell’intero panorama in alto o in basso nello schermo. L’orientamento dell’immagine panoramica dipende dal relatore: se il suo volto occupa la parte bassa del riquadro ripreso dalla telecamera, l’immagine panoramica si sposta in alto, e vice versa. Ciò che avviene è, in pratica, un processo elementare di post-produzione della videoconferenza, ma in tempo reale, così da creare una visione coinvolgente senza però doversi preoccupare di ogni aspetto video: è il sistema a farlo automaticamente.

L’assemblaggio del sistema richiede non più di una ventina di minuti, ed occorrono solo un cavo Ethernet e il collegamento dell’alimentazione. Il sistema è mobile, dotato di ruote, così da poter essere spostato in ambienti diversi, o in punti diversi dello stesso ambiente, secondo le necessità.

Per riassumere, ecco le principali caratteristiche di Polycom Centro:

  • telecamera panoramica intelligente a 360°, che riprendo ciascun partecipante presente in un ambiente
  • collocazione ottimizzata dei monitor che permette ad ogni partecipante di sedersi comodamente e mantenere sempre il contatto visivo, dell’ambiente e di chi si collega da remoto
  • stando seduti, in piedi o camminando nell’ambiente, non si esce mai dall’immagine ripresa dalla telecamera
  • interfaccia touch intuitiva, utilizzabile da tutti senza dover fornire particolari istruzioni
  • stretta integrazione con Microsoft Outlook, per consentire a chiunque di avviare una sessioen collaborativa con un singolo tocco sull’invito ricevuto
  • sensori di prossimità integrati per consentire capacità intelligenti e responsive del sistema; privacy preservata
  • microfoni integrati in grado di percepire anche il parlato sottovoce
  • altoparlanti attivi di ottima qualità audio
  • tecnologia Polycom NoiseBlock che rimuove rumori quali il battere su una tastiera, lo sfogliare delle pagine e rumori ambientali simili
  • sistema di Lost Packet Recovery che protegge la qualità audio e video anche nelle condizioni più difficili in termini di traffico di rete
  • condivisione di contenuti con risoluzione fino al 1080p @ 60 FPS – video-clip, animazioni CAD, diagrammi clinici ecc.
  • tecnologia Polycom SmartPairing che permette agli utenti di collegarsi, condividere e salvare contenuti multimediali direttamente dal proprio dispositivo
  • tecnologia Polycom VisualBoard per contrassegnare documenti, disegni o qualunque cosa si condivida durante una chiamata. È sufficiente collegare RealPresence Centro un display touch, un mouse o l’accessorio Polycom UC Board, per trasformare un semplice pratica di content-sharing in un’esperienza interattiva
  • l’applicazione People+Content IP permette la condivisione wireless da PC o Mac
  • 4 porte USB utili anche per la ricarica dei dispositivi
  • ruote integrate per muovere il sistema con facilità
  • possibilità di disattivare la telecamere con un tocco sullo schermo
  • avvio registrazione, pausa ed esecuzione delle sessioni dai dispositivi personali

Potrebbe piacerti anche...

Iscriviti alla newsletter di SystemsIntegration.it!
Le novità, gli aggiornamenti e gli approfondimenti su tutto ciò che riguarda il mondo dell'integrazione di sistemi, AV e networking!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla newsletter di SystemsIntegration.it!
Le novità, gli aggiornamenti e gli approfondimenti su tutto ciò che riguarda il mondo dell'integrazione di sistemi, AV e networking!